Giornalisti Pensionati Sicilia: news e approfondimenti per tutti i colleghi e per chi avesse un quesito da porre

ASSOSTAMPA MESSINA - Graziella Lombardo segretario provinciale, Luigi Andò tesoriere

Rinnovato a Messina il direttivo della segreteria provinciale dell’Associazione Siciliana della Stampa che sarà retta da Graziella Lombardo (segretario), Sandro Cuzari (vice segretario) e Luigi Andò (tesoriere). Le elezioni si sono svolte dopo l’assemblea degli iscritti tenutasi nella sede di Piazza Antonello, alla presenza del presidente regionale Alberto Cicero e del segretario regionale Roberto Ginex, dopo la relazione del segretario provinciale uscente Beppe Gulletta. (segue nelle notizie)

INPGI - Indette le elezioni per il rinnovo degli Organi di amministrazione

A firma di Marina Macelloni, presidente dell’INPGI, è stata inviata a tutti i colleghi una lettera con le prime indicazioni sulle prossime elezioni che riguarderanno l’Istituto.

Fra qualche mese (esattamente dal 10 al 16 febbraio 2020) si terranno le elezioni per il rinnovo degli Organi di amministrazione dell’Inpgi, sia per la Gestione principale (Inpgi 1) che per la Gestione separata (Inpgi 2). Al fine di consentire una gestione delle comunicazioni più snella ed efficace ti invito a comunicare la tua PEC all’indirizzo elezioni.info@inpgi.it, che troverai anche indicato nella sezione Elezioni del sito www.inpgi.it e www.inpginotizie.it (segue nelle notizie)

La scomparsa di Oreste Barletta “giornalista per amore e per passione”

Un male spietato ha avuto la vittoria su di lui. Domenica scorsa è morto Oreste Barletta. Viveva a Roma, dove si era trasferito negli anni Ottanta. Faceva parte della pattuglia di colleghi che Roberto Ciuni aveva mobilitato quando andò a dirigere Il Mattino. Lo ricordo a me stesso e ai colleghi vecchietti come me, come un grande professionista, un perfetto redattore di cronache italiane, un delizioso cronista, ma anche un eccellente sindacalista. Un giorno, negli anni settanta, Oreste faceva parte del Cdr, in un Giornale di Sicilia primo in Sicilia e in ascesa, era in corso la consueta riunione tra gli editori e il Cdr. A un certo punto, nel corso della accesa discussione Federico Ardizzone , il vecchio Federico, papà di Antonio, sbottò. “ma insomma, che volete”. Con una freddezza e anche un humor che solo lui aveva, rispose “il potere”. Non volevamo certo il potere ma che parte dei benefici di cui in quegli anni il giornale godeva, venissero trasferiti alla redazione.
Ma Oreste era anche un grande giornalista. Fu lui che seguendo la triste vicenda di Impastato dimostrò come fosse improponibile la prima ipotesi, che Peppino fosse morto mentre preparava un ordigno per un attentato al treno. Gli ultimi anni della sua vita lo avevano visto diventare un giornalista esperto in materia di normative comunitarie. Cinque anni fa l’ultimo incontro con lui. Ci eravamo visti a Chianciano, nell’ambito del congresso dei giornalisti pensionati. Non era cambiato nel tempo, sembrava più giovane dei suoi anni e sempre più innamorato del suo mestiere.
 

Natale Conti ricorda Gianni Morgante

un uomo scrupoloso, attento, giusto

Con Gianni Morgante scompare una delle figure più importanti del giornalismo in Sicilia . Io, presidente dei giornalisti pensionati nell'Isola  ho avuto la fortuna di lavorare al suo fianco, in anni ormai lontani, nel consiglio regionale dell'Ordine. E li ho conosciuto un collega scrupoloso, attento, giusto. Da lui abbiamo imparato
tutti, da Gigi Prestinenza e Mario Vannini che presiedettero quei consigli, al sottoscritto. A lui dobbiamo tutti un grazie per quello che è stato e per quello che ha saputo realizzare portando così avanti la Gazzetta del Sud. Oggi rivolgiamo  le nostre condoglianze alla moglie e ai figli, ricordando ai colleghi che i Morgante hanno dato tanto al giornalismo siciliano, da Pasqualino, il capostipite proto alla vecchia Gazzetta di Messina, al giovane Lino, amministratore delegato e interprete di una iniziativa che vede appunto Gazzetta del Sud guidare un tentativo di tenere in vita  il giornalismo Siciliano.

LUTTO NEL GIORNALISMO - Addio a Giovanni Morgante, una vita per la Gazzetta del Sud

È morto, a 89 anni, Giovanni Morgante, presidente della Ses, Società editrice del quotidiano Gazzetta del Sud, che dal 2017 ha rilevato anche il Giornale di Sicilia. Morgante è stato l’anima della Gazzetta del Sud, il cuore pulsante, l’uomo che ha raccolto l’eredità del cavalier Uberto Bonino e che per decenni ha portato avanti uno dei più importanti progetti editoriali in Italia, con la lungimiranza dei grandi imprenditori e in più con un senso di umanità che era il suo segno distintivo. (segue nelle notizie)
Egli è stato testimone e protagonista, con costante coraggio e obbiettività, dei principali fatti del territorio, rappresentando una voce al servizio di un'informazione veritiera. La sua passione e il suo talento sono qualità che onorano il giornalismo e la cultura del nostro paese.LUTTO NEL GIORNALISMO - Addio a Giovanni Morgante, una vita per la Gazzetta del Sud
È morto, a 89 anni, Giovanni Morgante, presidente della Ses, Società editrice del quotidiano Gazzetta del Sud, che dal 2017 ha rilevato anche il Giornale di Sicilia.
Morgante è stato l’anima della Gazzetta del Sud, il cuore pulsante, l’uomo che ha raccolto l’eredità del cavalier Uberto Bonino e che per decenni ha portato avanti uno dei più importanti progetti editoriali in Italia, con la lungimiranza dei grandi imprenditori e in più con un senso di umanità che era il suo segno distintivo. E Giovanni Morgante è stato tra le colonne portanti, assieme a Nino Calarco, di quel sogno editoriale e imprenditoriale diventato realtà.
Fu anche presidente della Gazzetta del Sud Calabria e della Radio Televisione Peloritana e per diversi anni consigliere dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dell'Agenzia Ansa e presidente dell'Associazione Industriali di Messina. Per diversi anni, ha scritto anche per il Corriere della Sera.
Sin da giovane e fino a età avanzata praticò con successo l'attività sportiva, dall'atletica leggera a quella pesante (attrezzistica, sollevamento pesi e lotta greco romana).
Numerosi i premi e i riconoscimenti ricevuti. Vanno in particolare ricordati quello dell'Associazione culturale Calabresi nel mondo, con sede a Roma, assegnato "con ammirazione, affetto, stima e gratitudine" e quello Loggia dei Mercanti al merito del progresso economico "per avere contribuito, come giornalista e successivamente come amministratore della S.E.S a sviluppare le tematiche fondamentali della realtà economico sociale messinese, raccogliendo nel tempo ampi e costanti consensi per la infaticabile attività culturale e per l'impronta imprenditoriale che ha saputo conferire nella gestione della Società editrice Gazzetta del Sud".
Egli è stato testimone e protagonista, con costante coraggio e obbiettività, dei principali fatti del territorio, rappresentando una voce al servizio di un'informazione veritiera. La sua passione e il suo talento sono qualità che onorano il giornalismo e la cultura del nostro paese.

Le ragioni di noi pensionati

di Egle Palazzolo

Auguri al collega Natale Conti rieletto a presiedere quel nutrito gruppo di giornalisti ormai in pensione. Un gruppo che per tante ragioni da noi più volte vagliate, è divenuto numericamente più forte. Ma non quanto potrebbe perchè uno strisciante e, più volte non casuale scetticismo, che investe la categoria, finisce per lasciarci tiepidi o tenerci lontani dal sindacato, Tranne quando l'ambizione, per carità più volte sana, della carica non ci mette in gioco. Mi permetto qui nel nostro foglio di notizie qualche considerazione personale anche per il fatto che, pur avendo ricoperto qualche incarico sindacale, da cui certamente ho tratto utili valutazioni, non posso oggi vantare frequenza e collaborazione degna di nota. (segue nelle notizie)

Natale Conti confermato presidente del Gruppo siciliano Giornalisti Pensionati

Il consiglio direttivo dei giornalisti pensionati di Sicilia s'è riunito il pomeriggio per 25 giugno,  mentre il giorno seguente, il 26 giugno 2019 alle ore 11,30 nella sala Scarlata dell’Associazione siciliana della Stampa, a Palermo, s'è riunita l’assemblea regionale degli iscritti del Gruppo siciliano dei giornalisti pensionati, nel corso della quale, dopo gli interventi del presidente Ntale Conti, di Orazio Raffa sugli enti di categoria e di Claudia Mirto sull'attività del "Gruppo", s'è proceduto al rinnovo delle cariche quadriennali e alla Presidenza del direttivo è stato confermato il presidente uscente Natale Conti. (segue nelle notizie)

Nasce la Fondazione Casagit: come si trasformerà la Cassa, ma per i colleghi non cambia nulla

Con la nascita della FONDAZIONE CASAGIT è stato fatto il primo importante passo verso la trasformazione della Cassa Autonoma di Assistenza integrativa dei Giornalisti Italiani in due soggetti giuridici (la Fondazione e la Società di Mutuo Soccorso) il cui scopo continuerà ad essere sempre quello di fornire servizi socio-assistenziali mantenendo la governance nelle mani dei giornalisti e tutelando il patrimonio accumulato in questi anni. Il meccanismo di trasformazione che sembra contorto nella realtà è semplice e basta seguire lo schema sottostante per capire il funzionamento e verificare come la gestione della Cassa resterà saldamente nelle mani dei giornalisti. (segue nelle notizie)

Dl Crescita, nuovo emendamento Inpgi. Fnsi: «Le mani sull'istituto per colpire l'informazione»

Anticipata dal 31 dicembre al 31 ottobre 2019 la sospensione dell'eventuale commissariamento. Lorusso: «Se l'obiettivo è quello di aprire una resa dei conti senza precedenti, si tratta di un'operazione pericolosa quanto inutile. La messa in sicurezza passa dall'allargamento della platea degli iscritti». L'ente: «Confusione e incertezza. A rischio le tutele dei giornalisti e del settore». (segue nelle notizie)

PREVIDENZA - L'Inpgi evita il commissario e attende la platea allargata

Approvato l'emendamento al decreto crescita. Il Governo porterà nuovi iscritti se entro il 2021 l'INPGI non tornerà sostenibile. Il presidente Marina Macelloni: «La strada dell'ampliamento della platea è l' unica in grado di garantire una sostenibilità concreta e duratura all'istituto e di dare una risposta anche previdenziale alle profonde trasformazioni attraversate dalla nostra professione». (segue nelle notizie)

Nasce la Fondazione Casagit

  Via libera al primo passo concreto del processo di trasformazione della Cassa sanitaria dei giornalisti: l'Assemblea nazionale dei delegati, riunita a Bologna, ha approvato l'atto costitutivo e lo Statuto del nuovo organismo istituzionale. (segue nelle notizie)

Aperto nella Giunta Fnsi il confronto sul finanziamento dell’Unione Pensionati

Nella riunione del 6 giugno, la Giunta della Fnsi ha affrontato il tema del finanziamento dell’attività dell’Unione nazionale giornalisti pensionati, accogliendo positivamente la richiesta avanzata dall’Ungp al congresso di Roma del gennaio scorso. Verrà avviata una forma di concertazione tra Federazione, Ungp, Gruppi regionali e Associazioni regionali di stampa per risolvere la questione, vitale per la nostra Unione nel momento in cui vengono meno altre fonti di finanziamento, e non sono più accettabili anomalie o privilegi associativi consentiti nel passato (c.d. lodo Siddi). Non si tratta solo di una questione economica, ma della valorizzazione del ruolo dei giornalisti pensionati nelle strutture centrali e periferiche del sindacato unitario, di cui l’Ungp è organismo di base. (segue nelle notizie)

La casa dorata, ottavo libro di Nonuccio Anselmo

Ottava opera per il giornalista Nonuccio Anselmo, uno dei decani della redazione centrale del Giornale di Sicilia, oggi in pensione. L’ha presentata ieri nei locali di Biotos a Palermo con la partecipazione di Rino Cascio, caporedattore Rai Sicilia e Totò Rizzo, per anni caposervizio alla cultura e spettacoli del quotidiano di via Lincoln. Il nuovo libro di Anselmo, edito da Mohicani, si intitola La casa dorata. Tra la storia e il giallo il protagonista Santo Santocanale, capitano della polizia municipale, è al centro di un ritrovamento e una doppia indagine su un forziere colmo di gioielli e reperti archeologici.

In primo piano i tempi, i modi, i gusti della provincia siciliana, la città di Corleone dove l’autore vive da anni.

“Non è la Vigata di Camilleri – commenta Anselmo – ma è il paese della mia famiglia, quello che conosco meglio e nel quale so fare muovere i miei personaggi tra piccoli misteri, semiverità, sguardi, ironia e molte chiacchere”.

Lutto - Ci ha lasciati Enrico Salsi, operatore Rai e maestro delle immagini

Se n'è andato improvvisamente Enrico Salsi, maestro nel racconto per immagini, operatore Rai del Tgr Sicilia. Con la cinepresa prima e con la telecamera dopo ha documentato quarant'anni di cronache siciliane. Dal terremoto nel Belice nel '68 con suo zio, l'altrettanto mitico Matteo Marsala, e con giornalisti del calibro di Sergio Zavoli, ai delitti di mafia, alle aule dei palazzi di giustizia. Erano nato il 6 gennaio del 1945 a Harar in Etiopia.
Adesso era in pensione da 9 anni, ed era sempre presente alle assemblee dei giornalisti pensionati siciliani, dove si faceva notare per il suo modo di fare da persona schiva, ma nello stesso tempo partecipe alle problematiche che si discutevano. Un collega, ma anche un amico.
In questo momento giungano alla famiglia le condoglianze da parte del Gruppo Giornalisti Pensionati di Sicilia.

Ultime notizie - Orazio Raffa Vice Presidente Vicario dell'Unione Nazionale Giornalisti Pensionati

Orazio Raffa, vice presidente del Gruppo siciliano giornalisti pensionati e, dopo il VII Congresso nazionale dell’UNGP, anche vice presidente dell’Unione Nazionale, è stato nominato vice presidente vicario a conclusione dell’assemblea del nuovo direttivo che, oltre a evidenziare le doti e le capacità di Raffa, ha parimenti premiato il fatto che il delegato siciliano avesse ricevuto al Congresso il maggior numero di preferenze rispetto agli altri candidati.

Direttivo pensionati - Incontro con Fiduciario Casagit Palomba - I giornalisti pensionati chiedono una migliore assistenza per i colleghi anziani

Si è riunito giovedì 21 marzo il direttivo del gruppo siciliano giornalisti pensionati. All’ordine del giorno un incontro con il Fiduciario regionale della Casagit al quale nei mesi scorsi il presidente del Gruppo Natale Conti aveva sollecitato un miglioramento delle convenzioni mediche soprattutto per le specialistiche che più interessano i giornalisti anziani (segue nelle notizie)

Querele per i giornalisti - L'Ordine apre uno sportello legale gratuito

Troppe querele per i giornalisti, oltre 400 ogni anno in Sicilia, secondo gli ultimi dati di Ossigeno per l'informazione, di cui l'87 per cento si conclude con il proscioglimento dopo processi che durano anni e che sfiancano, psicologicamente e finanziariamente chi li subisce. Per questa ragione l'Ordine dei giornalisti di Sicilia ha deciso di aprire, ripristinando un'analoga iniziativa del 2014, uno sportello legale gratuito per i colleghi che si dovessero trovare alle prese con querele o richieste di risarcimento civile. (segue nelle notizie)

Il nostro decano Nino Martinez racconta su facebook una sua notte insonne. Riproponiamo il suo scritto sempre delizioso, ai nostri vecchietti pensionati. Merita. Voi che ne pensate? Il dibattito è aperto
---

NON SO CHE FARE

Mancano 20 minuti all'una dopo mezzanotte e non ho sonno. Tutti i miei amici sono ammutoliti, cioè sono andati a dormire o a fare qualcos'altro (alt, non correte con la fantasia, intendo leggono, o guardano dal letto la televisione che svolge la sua missione sociale, quella di favorire il sonno). Io sono stato tutto il pomeriggio a leggere moltissime poesie di Ungaretti e di Quasimodo (due volumi comprati in mattinata da una bancarella di Ballarò) e alcuni racconti di E. A. Poe. Poi, di sera, ho seguito, eccezionalmente un bel film su Rai tre "Autunno a New York” e ora, a Tv spenta e computer acceso, lascio che il tempo passi e… ripassi davanti ai miei occhi, inutilmente aperti, non so, come i negozi di abbigliamento dove non entra più nessuno. E sapete di cosa mi sto rendendo conto? Del fatto che, è vero, la disoccupazione aumenta. Al punto, assurdo quanto volete, che a me non riesce di... impiegare il tempo. Visto che le mie palpebre rifiutano di abbassarsi, prendo in mano un altro libro di recente acquisto e precisamente "Dolores Claiborne" di Stephen King, il re degl'incubi, sperando di provare tanta paura da correre a rifugiarmi sotto le coperte...

28° Congresso FNSI - Lorusso e Giulietti confermati segretario generale e presidente della Federazione

Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti sono stati riconfermati segretario generale e presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana. La rielezione è arrivata al termine dei lavori del XXVIII Congresso della Stampa italiana, che si è celebrato a Levico Terme (Tn) dal 12 al 14 febbraio 2019, e della prima riunione del rinnovato Consiglio nazionale della Fnsi. Il segretario generale Lorusso è stato eletto, al primo scrutinio, con 243 voti su 308. Al presidente Giulietti sono andate 91 delle preferenze espresse dai 110 consiglieri nazionali presenti alla prima assemblea del nuovo mandato. (segue nelle notizie)

28° Congresso della FNSI - Gli interventi di Guido Bossa presidente Ungp e di Roberto Ginex segretario Assostampa

Guido Bossa
“Se si mette il lavoro contro le pensioni si danneggia il lavoro e ci rimettono anche le nostre pensioni”

Roberto Ginex
“La professione è sempre più precaria. Dobbiamo tutti insieme guardare al futuro”

(segue nelle notizie)

ULTIME NOTIZIE - UNGP - Bossa confermato presidente, Orazio Raffa vicepresidente

Guido Bossa è stato confermato presidente dell'Unione Nazionale Giornalisti Pensionati. Orazio Raffa e Gianfulvio Bruschetti sono stati eletti vicepresidenti a conclusione del VII Congresso Nazionale dell'Ungp svoltosi a Roma. (segue nelle notizie)

Commemorazione di Orlando Scarlata: targa ricordo ai familiari e intitolazione della sala riunioni dell’Assostampa

Un dieci ottobre importante per i giornalisti siciliani per l’iniziativa presa dal Gruppo siciliano giornalisti pensionati, presieduto da Natale Conti, di ricordare il proprio presidente onorario Orlando Scarlata, scomparso il 20 maggio del 2017. Alla cerimonia hanno preso parte, con il presidente dell’Unione pensionati  Guido Bossa, la presidente dell’Inpgi Marina Macelloni, il segretario generale della Federazione della stampa Raffaele Lo Russo, il segretario aggiunto della Fnsi Carlo Parisi, il vice presidente  vicario dell’Inpgi, il siciliano Beppe Gulletta, il direttore di sede della Rai Sicilia Salvatore Cusimano, il capo redattore Rino Cascio, il vicedirettore del giornale di Sicilia Marco Romano, il segretario regionale di Assostampa Roberto Ginex, il presidente del Consiglio di Assostampa Alberto Cicero, decine di colleghi attivi e pensionati.
L’iniziativa ha voluto essere un omaggio all’illustre collega e si è concretizzata nell’intitolazione a Scarlata della sala riunioni dell’Associazione della stampa con una targa, disegnata dalla collega grafica Christine Hofmeister, nella consegna alla famiglia di una targa ricordo con medaglia d’oro e nella distribuzione un volumetto, curato dalla giornalista pensionata Claudia Mirto, che ha tracciato con grande puntualità e precisione le tappe più importanti della carriera di Scarlata, un autentico gigante della professione e del sindacato nel quale ha ricoperto tutte le cariche più importanti. Un maestro al servizio dei colleghi. (segue nelle notizie)

Premi USSI Estate 2018 al Circolo Canottieri

Marco Cecchinato, la Primavera del Palermo e l'Ortigia fra i premiati

Anniversario - Un anno fa ci lasciava Orlando Scarlata

Oggi, venti maggio, è il primo anniversario della scomparsa di Orlando Scarlata. Se ne è andato a 86 anni, in un pomeriggio di un sabato, all’improvviso, anche se da tempo le sue condizioni di salute non erano buone.
Ma Orlando è ancora vivo nei nostri cuori, nella nostra memoria. Basta ricordare l’applauso forte e sincero di tutti i delegati al congresso il mese scorso ad Enna. Di lui resta viva la grande capacità di mediare, lo sforzo, sempre forte, fatto per mantenere unita la nostra categoria di giornalisti. Il sindacato, mi disse una volta, non è costituito da due tifoserie l’un contro l’altra armata. Non si gioca un derby, ma la capacità, superato il momento elettorale, di essere un blocco omogeneo al servizio dei colleghi.
Orlando fu sempre al servizio dei colleghi. Lo ricordo, con la sua borsa piena di carte, un uno spazio angusto dell’Assostampa, a distribuire gli assegni della Casagit ai colleghi. Rimborsi di pratiche di medicine, visite mediche, interventi ospedalieri. Tutto dovuto, d’accordo ma se non ci fosse stato Scarlata sarebbero passati mesi e mesi per avere quel denaro invece che poche settimane. Sempre pronto a darti un consiglio, ad indicarti come comportarti in momenti di difficoltà che nel nostro mestiere non sono mai mancati.
Con grande umiltà ci ha insegnato quella che dovrebbe essere la via maestra del sindacato. Essere al servizio dei colleghi.
Alla moglie e ai figli sentiamo di dire oggi un grande grazie, per quello che Orlando è stato per quello che ha rappresentato.

                                                          Natale Conti

Assostampa Sicilia, Roberto Ginex nuovo segretario regionale

Roberto Ginex è il nuovo segretario regionale dell’Associazione Siciliana della Stampa. È stato eletto durante il XXXIII congresso regionale dell’Assostampa celebrato a Enna dal 9 all’11 aprile. Succede al segretario regionale uscente, Alberto Cicero. (segue nelle notizie)

Consegnato a Sabrina Redi il primo Premio Mario Petrina”

Conclusa la prima edizione del “Premio Mario Petrina”. Nel salone delle riunioni della sede dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia è stata premiata la vincitrice Sabrina Redi, di 27 anni, catanese, giovane appassionata di giornalismo sportivo, ma non ancora iscritta all’Albo professionale.
L’iniziativa dei giornalisti pensionati siciliani, con il pieno appoggio dell’Unione nazionale giornalisti pensionati e del suo presidente Bossa, ha voluto ricordare Mario Petrina, scomparso da quasi due anni, che ha rappresentato per tutti i giornalisti un grande esempio di professionalità e di capacità sindacale, ma soprattutto è da tutti ricordato come uomo forte e onesto che spesso ha saputo prendere per mano i giovani guidandoli alla professione.
(segue nelle notizie)

Mafia, ricordato a Palermo e Siracusa il giornalista Mario Francese

Organizzate due cerimonie: nel capoluogo, dove fu ucciso il 26 gennaio 1979, e nella città natale. Presenti, fra gli altri, il segretario regionale dell'Assostampa, Alberto Cicero, il presidente dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia Giulio Francese, figlio di Mario, e don Ciotti. «Un esempio per tutti i giornalisti», ha detto il vicepresidente dell'Unci Leone Zingales. (segue nelle notizie)

Comunicazione del presidente del Gruppo siciliano giornalisti pensionati Natale Conti

Chi può ottenere l'esenzione dalla formazione professionale

Ai colleghi giornalisti pensionati
Nella lettera con cui viene convocata l’assemblea dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, c’è un capitolo dedicato agli obblighi derivanti dalla Formazione Professionale Continua. Vi invio una nota trasmessa all’Assostampa dall’Ufficio Formazione professionale continua dell’Odg con in coda due moduli contenenti la formula della richiesta da inviare all’Ordine dei giornalisti di Sicilia. (continua nella pagina notizie)

 

Quotidiani in Sicilia - Vendite e diffusione anno 2018

 
Meteo Sicilia