Giornalisti Pensionati Sicilia: news e approfondimenti per tutti i colleghi e per chi avesse un quesito da porre

Noi pensionati ai tempi del Coronavirus

di Natale Conti
Il Presidente del Consiglio Conte ha rassicurato i sindacati. Le aziende saranno fornite di mascherine, guanti e tutto ciò che potrà servire per garantire la sicurezza dei lavoratori. Nessuna parola per noi pensionati. O meglio è stato detto che tra una persona anziana ed una più giovane sarà data più assistenza al giovane. E fin qui va tutto bene.
Ma proprio questa mattina (sabato14 marzo) arrivano sui giornali due interventi che ci fanno meditare sul diritto di noi pensionati a vivere. Uno è del premier inglese Boris Johnson. La frase è da choc: «Molte famiglie perderanno i loro cari». E il seguito è forse ancora più raggelante: non faremo nulla. Perché questa è la linea scelta dal governo di Boris Johnson: avanti come se niente fosse. La Gran Bretagna dopo la Brexit si smarca dal resto dell’Europa: mentre sul Continente i governi prendono misure sempre più drastiche, Londra letteralmente se ne lava le mani. Il consiglio fondamentale contro il coronavirus resta infatti quello di usare acqua e sapone; chi ha sintomi è invitato a starsene a casa per una settimana; ma per il resto è business as usual. Niente chiusure, niente emergenze: la vita a Londra continua a scorrere normale (e nessuno va in giro con la mascherina).
L’altro intervento è di un giornalista molto “acuto”, Giuliano Ferrara. Scrive sul Foglio di stamani (14 marzo) “Una corrispondenza di Antonello Guerrera per Repubblica e una di Mark Landler per il Times, oltre alla visione della conferenza stampa di Boris Johnson e dei suoi consiglieri per la sanità Chris Whitty e per la scienza Patrick Vallance, rilanciano il tema della “grande scrematura” da noi affacciato una decina di giorni fa. Charles Darwin o il suo profilo caricaturale sogghigna, con la sua bella barba, i suoi complessi religiosi e fideisti, la sua teoria dell’evoluzione e della selezione”.
Condannati alla scrematura, condannati a un pacchetto di tutele inferiore rispetto alla collettività, condannati a morire più facilmente perché Londra non chiuderà i negozi e magari farà giocare qualche partita di calcio con centomila spettatori.
Inaccettabile, dal basso dei miei 77 anni, anche perché nell’ultimo decennio noi pensionati e pensionate siamo stati la gamba solida della nostra repubblica sgangherata. Siamo stati colf, camerieri, badanti dei nipoti, banca di figli e nipoti senza lavoro, finanziatori di pranzi e cene con gli amici, tutto grazie a un sistema pensionistico che è stato attento al nostro ruolo.
Ora è arrivato il momento di darci un calcio e considerarci un fastidio?
Allora, poiché siamo tutti uguali di fronte alla legge, abbiamo un diritto costituzionale: quello di vivere finché ce la faremo.
Allora, per favore, forniteci mascherine, guanti, amuchina, disinfettanti.
Ne abbiamo il diritto.

Nasce il Premio Nazionale Orlando Scarlata

Tra le altre iniziative annunciate e sostenute da tutti i componenti del direttivo regionale del Gruppo giornalisti pensionati della Sicilia, dopo il Premio intitolato a Mario Petrina, arriva un Premio nazionale Orlando Scarlata promosso dalla famiglia Scarlata insieme al gruppo giornalisti pensionati della Sicilia e aperto alla collaborazione dell’Unione nazionale giornalisti pensionati, di Inpgi, Casagit, Federazione della Stampa, Assostampa Sicilia, Ordine nazionale dei giornalisti, Ordine regionale, Fondazione Murialdi. (segue nelle notizie)

CASAGIT - Convenzione con il Centro Salus di Palermo

Il fiduciario della Casagit Giuseppe Palomba ha dato notizia della convenzione tra Casagit e Centro Salus di Palermo, via Pacinotti 18, convenzione che era stata chiesta da noi e che ha avuto momenti non facili prima della realizzazione. Un ringraziamento va al Presidente di Casagit Cerrato, al fiduciario Palomba. ma anche al nostro vice presidente Orazio Raffa per l’attenzione e l’impegno profuso perché la pratica andasse a buon fine. Nel sito Casagit trovate i termini della convezione. Queste le specialità cliniche esistenti all'interno di questa struttura:

ALLERGOLOGIA - CARDIOLOGIA - CHIRURGIA ESTETICA - CHIRURGIA GENERALE - CHIRURGIA PLASTICA - CHIRURGIA VASCOLARE - DERMATOLOGIA - DIABETOLOGIA - DIETETICA E NUTRIZIONE - LOGOPEDIA - MEDICINA ESTETICA - MEDICINA INTERNA - EMATOLOGIA - ENDOCRINOLOGIA - GASTROENTEROLOGIA - NEUROCHIRURGIA - NEUROLOGIA - NEUROPSICHIATRIA INFANTILE - OCULISTICA - ODONTOIATRIA - ORTOPEDIA - OTORINOLARINGOIATRIA - PEDIATRIA - PNEUMOLOGIA - PSICOLOGIA - UROLOGIA

 

INPGI - Eletti tre giornalisti pensionati su quattro candidati

Dei quattro pensionati siciliani, candidati alle elezioni per il rinnovo delle cariche dell’Inpgi, tre sono stati eletti, uno invece non ce l’ha fatta. Confermati i due messinesi Giuseppe Gulletta e Orazio Raffa rispettivamente al Consiglio generale dell’Inpgi e al Comitato Amministratore della Gestione Separata (Inpgi 2). Peppino Gulletta vice presidente vicario uscente dell’Istituto di previdenza dei giornalisti italiani ha ottenuto 693 voti di preferenza risultando il settimo in ambito nazionale tra i pensionati. Gulletta farà parte del prossimo Consiglio generale dell’Inpgi che eleggerà il consiglio di amministrazione dell’istituto.

Orazio Raffa, uscente della Gestione Separata, è stato confermato componente del Comitato Amministratore dell’Inpgi 2. Raffa ha ottenuto 1262 voti risultando il quarto degli eletti. Eletto sindaco supplente in rappresentanza dei giornalisti attivi e titolari di pensione diretta il catanese Luigi Ronsisvalle che ha ottenuto 2258 voti classificandosi primo dei sindaci supplenti. Non è stata eletta Maria Pia Farinella candidata in rappresentanza dei giornalisti titolari di pensione diretta. Farinella, uscente del CdA dell’Inpgi, ha ottenuto 314 voti. Giova ricordare che altri due colleghi siciliani faranno parte del consiglio generale dell’Inpgi. Si tratta degli attivi Franco Nuccio eletto con 204 voti e Vincenzo Lombardo che di voti ne ha ottenuti 194.

Elezioni INPGI - La Sicilia rappresentata da Nuccio, Lombardo, Gulletta, Ronsisvalle e dal nostro vicepresidente Orazio Raffa
i sono concluse le operazioni di scrutinio delle elezioni per il rinnovo degli organi statutari della Gestione principale e della Gestione separata dell'INPGI, con questi risultati:

Consiglio Generale composto da 50 giornalisti attivi non titolari di pensione diretta e 10 giornalisti pensionati;

5 componenti del Comitato amministratore della Gestione separata;

6 Sindaci per la Gestione principale, 3 effettivi e 3 supplenti;

2 Sindaci per la Gestione separata, 1 effettivo e 1 supplente).

Si ricorda che per quanto riguarda i giornalisti attivi in Consiglio generale l'elezione è avvenuta su base regionale. Per i pensionati in Consiglio generale, per i Collegi dei sindaci e per il Comitato amministratore della gestione separata si è votato per collegi nazionali.

 

La Sicilia ha eletto tra gli attivi Franco Nuccio e Vincenzo Lombardo. Tra i pensionati Giuseppe Gulletta, tra i sindaci supplenti Luigi Ronsisvalle.

Per quanto riguarda la gestione separata eletto tra i 5 componenti del comitato il vice presidente vicario dell’Unione nazionale pensionati e vice presidente del Gruppo giornalisti pensionati della Sicilia Orazio Raffa.

Il più votato tra i consiglieri generali attivi è Carlo Parisi.

CONSIGLIO GENERALE ATTIVI
Piemonte: Giovanni Armand-Pillon, Daniele Mauro Cerrato.
Valle D'Aosta: Benoit Girod.
Lombardia: Marina Macelloni, Domenico Affinito, Guido Franklin Besana, Claudio Scarinzi, Andrea Cremonesi, Gabriella Piroli, Daniela Dirceo, Antonello Capone, Daniela Stigliano, Andrea Montanari, Davide Bertani, Nicola Alessio Borzi.
Veneto: Massimo Zennaro, Giulia Cananzi.
Trentino Alto-Adige: Gianfranco Piccoli, Giuseppe Marzano.
Friuli Venezia Giulia: Andrea Bulgarelli.
Liguria: Luca Di Francescantonio.
Emilia Romagna: Marco Girella, Gianluca Zurlini.
Marche: Rosalba Emiliozzi.
Toscana: Olga Mugnaini, Simona Poli.
Umbria: Sergio Casagrande.
Abruzzo: Antimo Amore.
Lazio: Goffredo De Marchis, Ida Baldi, Antonella Baccaro, Elena Polidori, Paolo Trombin, Cristiano Maria Fantauzzi, Stefano Polli, Francesca Altieri, Roberta D'Angelo, Andrea Rustichelli, Giovanna Carla Rondinelli.
Campania: Antonella Monaco, Alfonso Pirozzi.
Calabria: Carlo Maria Parisi, Raffaella Salamina.
Puglia: Pietro Ricci, Michele Peragine.
Basilicata: Gianluca Boezio.
Sicilia: Francesco Nuccio, Vincenzo Lombardo.
Sardegna: Pier Sandro Pillonca.
Molise: Michaela Marcaccio.


CONSIGLIO GENERALE PENSIONATI
Lombardia: Marina Cosi

Lazio: Silvia Garambois

Lazio: Romano Bartoloni

Lazio: Marina Sbardella

Lombardia: Massimo Alberizzi

Piemonte: Gianpaolo Boetti

Sicilia: Giuseppe Gulletta

Emilia Romagna: Paola Cascella

Campania: Pietro Treccagnoli

Veneto: Donato Sinigaglia

COLLEGIO SINDACALE GESTIONE PRINCIPALE
Sindaci effettivi: Enrico Castelli (Lombardia), Pierluigi Franz (Lazio), Savino Cutro (Basilicata).
Sindaci supplenti: Luigi Ronsisvalle (Sicilia), Marco Esposito (Campania), Giuseppe Mazzarino (Puglia).

COMITATO AMMINISTRATORE GESTIONE SEPARATA
Massimo Marciano (Lazio), Nicola Chiarini (Veneto), Stefania Di Mitrio (Puglia), Orazio Raffa (Sicilia), Ezio Ercole (Piemonte).

COLLEGIO SINDACALE GESTIONE SEPARATA

Sindaco effettivo: Olimpia De Casa (Lombardia)
Sindaco supplente: Lucio Maria Musolino (Calabria).

Nasce la Società Nazionale di Mutuo Soccorso Casagit Salute

Da associazione non riconosciuta a società di mutuo soccorso. Grazie al voto favorevole dei delegati Casagit, riuniti in occasione dell’81esima assemblea nazionale (Roma, 11-12 dicembre 2019), la Cassa dei giornalisti si trasforma e guarda al mercato: è nata la Società Nazionale di Mutuo Soccorso Casagit Salute. L’assemblea ha approvato con 70 voti favorevoli e un solo astenuto lo Statuto, l’atto pubblico di trasformazione e il regolamento elettorale della nuova società. (continua a leggere)

Presentato a Palermo il libro "L'Ora Edizione Straordinaria. Il romanzo di un giornale raccontato dai suoi cronisti"

Presentazione nazionale a Palermo del libro “L'Ora Edizione Straordinaria” edito dalla Biblioteca centrale della Regione siciliana che ha ospitato l'evento e dedicato al centenario della nascita dello storico direttore Vittorio Nisticò che ha guidato con successo il quotidiano per venti anni. 170 foto sulla storia della cronaca in Sicilia per duecentosettantasei pagine firmate da 47 cronisti ex de L'Ora riuniti in un viaggio della memoria e dell'amore per il mestiere. Tre generazioni di giornalisti hanno scommesso su questa iniziativa che abilmente racconta e intreccia cronaca bianca, politica, mafia, storiche inchieste, disegni, cultura, stragi, ambiente, spettacoli, sport, costume e lotte per i diritti e la legalità (continua a leggere)

GRUPPO PENSIONATI SICILIA - Perricone entra nel Direttivo presieduto da Natale Conti. Nominati i nuovi revisori

Natale Conti è stato confermato dall’assemblea tenutasi il 26 giugno scorso alla presidenza del gruppo giornalisti pensionati della Sicilia. Il direttivo risulta così composto: Natale Conti, presidente, Orazio Raffa (confermato), che riveste la carica di vice presidente, Luigi Tripisciano (confermato) che sarà il segretario, Fausto Galati (confermato) che resta il Tesoriere del Gruppo. Il direttivo è completato inoltre dai colleghi Claudia Mirto, Luigi Andò (confermati), Gianni Pietrosanti, Roberto Leone e Gaetano Perricone subentrato a Cesare Giorgianni (segue nelle notizie)

ASSOSTAMPA MESSINA - Graziella Lombardo segretario provinciale, Luigi Andò tesoriere

Rinnovato a Messina il direttivo della segreteria provinciale dell’Associazione Siciliana della Stampa che sarà retta da Graziella Lombardo (segretario), Sandro Cuzari (vice segretario) e Luigi Andò (tesoriere). Le elezioni si sono svolte dopo l’assemblea degli iscritti tenutasi nella sede di Piazza Antonello, alla presenza del presidente regionale Alberto Cicero e del segretario regionale Roberto Ginex, dopo la relazione del segretario provinciale uscente Beppe Gulletta. (segue nelle notizie)

Le ragioni di noi pensionati

di Egle Palazzolo

Auguri al collega Natale Conti rieletto a presiedere quel nutrito gruppo di giornalisti ormai in pensione. Un gruppo che per tante ragioni da noi più volte vagliate, è divenuto numericamente più forte. Ma non quanto potrebbe perchè uno strisciante e, più volte non casuale scetticismo, che investe la categoria, finisce per lasciarci tiepidi o tenerci lontani dal sindacato, Tranne quando l'ambizione, per carità più volte sana, della carica non ci mette in gioco. Mi permetto qui nel nostro foglio di notizie qualche considerazione personale anche per il fatto che, pur avendo ricoperto qualche incarico sindacale, da cui certamente ho tratto utili valutazioni, non posso oggi vantare frequenza e collaborazione degna di nota. (segue nelle notizie)

Direttivo pensionati - Incontro con Fiduciario Casagit Palomba - I giornalisti pensionati chiedono una migliore assistenza per i colleghi anziani

Si è riunito giovedì 21 marzo il direttivo del gruppo siciliano giornalisti pensionati. All’ordine del giorno un incontro con il Fiduciario regionale della Casagit al quale nei mesi scorsi il presidente del Gruppo Natale Conti aveva sollecitato un miglioramento delle convenzioni mediche soprattutto per le specialistiche che più interessano i giornalisti anziani (segue nelle notizie)

Querele per i giornalisti - L'Ordine apre uno sportello legale gratuito

Troppe querele per i giornalisti, oltre 400 ogni anno in Sicilia, secondo gli ultimi dati di Ossigeno per l'informazione, di cui l'87 per cento si conclude con il proscioglimento dopo processi che durano anni e che sfiancano, psicologicamente e finanziariamente chi li subisce. Per questa ragione l'Ordine dei giornalisti di Sicilia ha deciso di aprire, ripristinando un'analoga iniziativa del 2014, uno sportello legale gratuito per i colleghi che si dovessero trovare alle prese con querele o richieste di risarcimento civile. (segue nelle notizie)

Il nostro decano Nino Martinez racconta su facebook una sua notte insonne. Riproponiamo il suo scritto sempre delizioso, ai nostri vecchietti pensionati. Merita. Voi che ne pensate? Il dibattito è aperto
---

NON SO CHE FARE

Mancano 20 minuti all'una dopo mezzanotte e non ho sonno. Tutti i miei amici sono ammutoliti, cioè sono andati a dormire o a fare qualcos'altro (alt, non correte con la fantasia, intendo leggono, o guardano dal letto la televisione che svolge la sua missione sociale, quella di favorire il sonno). Io sono stato tutto il pomeriggio a leggere moltissime poesie di Ungaretti e di Quasimodo (due volumi comprati in mattinata da una bancarella di Ballarò) e alcuni racconti di E. A. Poe. Poi, di sera, ho seguito, eccezionalmente un bel film su Rai tre "Autunno a New York” e ora, a Tv spenta e computer acceso, lascio che il tempo passi e… ripassi davanti ai miei occhi, inutilmente aperti, non so, come i negozi di abbigliamento dove non entra più nessuno. E sapete di cosa mi sto rendendo conto? Del fatto che, è vero, la disoccupazione aumenta. Al punto, assurdo quanto volete, che a me non riesce di... impiegare il tempo. Visto che le mie palpebre rifiutano di abbassarsi, prendo in mano un altro libro di recente acquisto e precisamente "Dolores Claiborne" di Stephen King, il re degl'incubi, sperando di provare tanta paura da correre a rifugiarmi sotto le coperte...

Mafia, ricordato a Palermo e Siracusa il giornalista Mario Francese

Organizzate due cerimonie: nel capoluogo, dove fu ucciso il 26 gennaio 1979, e nella città natale. Presenti, fra gli altri, il segretario regionale dell'Assostampa, Alberto Cicero, il presidente dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia Giulio Francese, figlio di Mario, e don Ciotti. «Un esempio per tutti i giornalisti», ha detto il vicepresidente dell'Unci Leone Zingales. (segue nelle notizie)

Comunicazione del presidente del Gruppo siciliano giornalisti pensionati Natale Conti

Chi può ottenere l'esenzione dalla formazione professionale

Ai colleghi giornalisti pensionati
Nella lettera con cui viene convocata l’assemblea dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, c’è un capitolo dedicato agli obblighi derivanti dalla Formazione Professionale Continua. Vi invio una nota trasmessa all’Assostampa dall’Ufficio Formazione professionale continua dell’Odg con in coda due moduli contenenti la formula della richiesta da inviare all’Ordine dei giornalisti di Sicilia. (continua nella pagina notizie)

 

Quotidiani in Sicilia - Vendite e diffusione anno 2019

Meteo Sicilia